NEWS

Le attività di rigenerazione urbana nel centro storico di Siculiana - Museo #MeTe

Lo sviluppo urbano nel mondo della contemporaneità dipende dalla capacità di reinventare l’uso degli spazi mettendo in relazione interessi e opportunità di diversa natura, ovvero una stretta sinergia tra obiettivi pubblici, obiettivi privati, risorse sociali, opportunità di sviluppo locale e progresso civico e culturale. Di fronte al costante mutamento sociale, culturale ed economico, gli spazi urbani sono chiamati a reinventarsi: gli spazi non più utilizzati, i quartieri abbandonati e i centri storici si offrono come opportunità funzionali allo sviluppo del territorio attivando nuove sinergie tra pubblico, privato e sociale. Per questi motivi il #MeTe Museo della Memoria e del Territorio si configura come soggetto promotore e attrattore di interessi sociali e culturali sia privati che pubblici.

Pertanto il #MeTe, nell'ambito della proprie attività istituzionali, dal 2015 opera nel settore della rigenerazione urbana del centro storico di Siculiana, valorizzando mediante interventi artistici e di riuso creativo aree degradate ed abbandonate. Lo scopo è quello di attivare una serie di iniziative volte al miglioramento estetico dei quartieri storici con annesse attività culturali come mostre, esposizioni e percorsi artistico e culturali: un modo per rendere vivo il tessuto urbano e per ripensare in chiave moderna l’identità locale secondo la logica di un Museo Diffuso che rielabora continuamente lo spazio vissuto.

Negli anni il Museo, grazie ai propri volontari ha realizzato i seguenti interventi:
  • Nel 2015 si sono svolte diverse attività come la tinteggiatura delle facciate di alcuni dammusi, la verniciatura di portoni, la realizzazione di decori e installazioni artistiche lungo la via Picarella e la via Santalucia, la realizzazione di una Gradinata-mosaico e la creazione di un piccolo orto urbano.










  • Nel 2016 sono state realizzate delle installazioni artistiche avente per tema " le sopravvivenze arabe nel dialetto di Siculiana. L'inserimento delle installazioni lungo le vie del Casale hanno il preciso obiettivo di stimolare il ricordo collettivo nonché quello di educare le nuove generazioni alla conoscenza del proprio dialetto.










  • Nel 2017 sono stati realizzati degli interventi di recupero  della via Santino,  restituendo alla collettività uno spazio artistico di libera fruizione. In via Santino è stata realizzata l'opera site-specific " Odissea nello Spazio". Altre attività di rigenerazione hanno riguardato  la realizzazione di numerose installazioni artistiche lungo il quartiere Casale " Lu Sceccu ca Vola" e "ColaPisci", la via Finestre "Sotto una buona Stella", il Quartiere Sant'antonino "Stu Pisci !"e la Piazza Basile " Siculiana nel Cuore". In Piazza Umberto I, il Museo ha inoltre ripristinato le iscrizioni riguradanti il Monumento ai caduti della I guerra Mondiale.

















Nel 2018, grazie al progetto #MeTe Sicily Experience si svolgeranno le seguenti attività: 
  • Cura e manutenzione delle installazioni artistiche lungo il quartiere Casale
  • Realizzazione di altre installazioni artistiche lungo il quartiere Casale con il supporto di Artisti locali.

Share this:

Posta un commento

Comunicazione del Presidente dell'Associazione ALT Stefano Siracusa

IL #MeTe IN LOCKDOWN PROLUNGATO

Il 25 Maggio dovrebbe essere il giorno della riapertura dei musei in Sicilia. A dire il vero non tutti i Musei riapriranno, o chi lo farà potrà erogare dei servizi minimi o ridotti. Da report che ho consultato personalmente, si stima che entro la fine di giugno solo il 30% dei Musei ( sommando quelli Statali, regionali, civici e privati ) riaprirà i battenti. La chiusura dovuta all'epidemia da Coronavirus, così come per tanti altri luoghi di cultura, ha causato non pochi problemi di natura gestionale ed economica. Per il #MeTe il lockdown ha significato la rottura di quel fragile equilibro gestionale ritrovandoci, nonstante le oggettive difficoltà economiche palesate ripetutamente nel corso degli anni dall'associazione ALT, in una situazione di completa impossibilità di riapertura. Infatti una serie di fattori come la riduzione delle visite, la cancellazione di eventi, mostre, iniziative didattiche e tour destinati ai gruppi di scolaresche o ai gruppi organizzati dalle agenzie viaggi, dai tour operator e dalle associazioni, hanno inevitabilmente pregiudicato la possibilità di riaprire al pubblico, almeno in tempi brevi, il tutto a causa di costi di gestione e di riapertura che non sono più sostenibili alla luce dei minori incassi previsti. Gia alla fine del 2019, tra i soci dell'associazione avevamo anticipato di tasca nostra circa 900 € per mandare avanti la baracca.

Adesso basta! Non è più pensabile che per garantire un servizio museale, in una sede pubblica, non solo non si viene pagati per il lavoro svolto, ma si debba pure rimetterci di tasca propria.

Mi accodo all'appello già portato avanti da altri direttori museali siciliani, i quali hanno palesato la necessità di risorse pubbliche per garantire servizi museali "family friendly" nel rispetto delle misure di sicurezza previste dalle disposizioni a contrasto del Coronavirus.

Abbiamo gia inoltrato diverse richieste all'Amministrazione Comunale di Siculiana, proponedo la stipula di una Convenzione annuale al fine di sostenere economicamente le attività culturali proposte dal Museo #MeTe mirando alla creazione di azioni sinergiche volte a favorire sia la ripartenza turistica locale - attraverso collaborazioni con le aziende del comparto turistico -, sia attraverso operazioni di “Art therapy” rilanciando l’arte e la cultura come mezzo per raggiungere il benessere psicofisico, soprattutto dopo un periodo di isolamento forzato come il lockdown.

Martedì 26 maggio l'amministrazione Comunale di Siculiana ha fissato un incontro con l'Associazione per discutere sull'eventuale esito della Convenzione. Resto comunque fiducioso e confido nel buon senso dell'Amministrazione Comunale nel sostenere concretamente il #MeTe; d'altra parte dalle parole del Sindaco Lauricella Leonardo e dell'assessore Toto Guarragi ho potuto prendere atto della loro disponibilità a risolvere la problematica.

Nel frattempo, senza soldi il MeTe - Museo della Memoria e del Territorio, insieme all'archivio-biblioteca, continuerà a restare chiuso e con esso tutti gli eventi e i servizi culturali rivolti ai turisti, ai residenti, alle scuole, ai ricercatori e agli studiosi saranno preclusi.


Stefano Siracusa


.

l
Post più letti del mese
..
 
Copyright © 2018 Museo della Memoria e del Territorio. Web Master Stefano Siracusa - Designed by OddThemes