NEWS

Il Palazzo Agenello, storica dimora baronale di Siculiana

Il Palazzo Agnello è una storica dimora baronale siciliana del XVIII secolo. Si trova nel centro storico di Siculiana ( Agrigento), non lontano dal Santuario della SS. Crocifisso, da Piazza Umberto I e dal Museo #MeTe. La famiglia Angello arrivò a Siculiana nel 1797 con Stefano, figlio Francesco barone di Cefalù. Gli Agnello non ebbero mai l'investitura della baronia di Siculiana, tuttavia influenzarono in maniera decisiva la storia del paese. Il palazzo di Agnello è in ottime condizioni, grazie alla sua grande struttura in pietra. Al suo interno troviamo delle trionfali scale e numerose stanze riccamente decorate. Nell'estate del 1964, a causa della mancanza di alberghi nel paese, la troupe cinematografica del film "Sedotta e Abbandonata" di Pietro Germi, fu ospite del sontuoso palazzo. Durante le scene del film l'attrice protagonista - Monica Vitti - ha rinunciò al suo ruolo da protagonista e in seguito fu sostituita dalla giovane Stefania Sandrelli. Il palazzo Agnello fu la sede dell'Associazione Amici della Musica e fino agli anni settanta gli ospiti erano cantanti lirici e orchestre di fama internazionale. Nel 1962, nel palazzo fu ospitato - dal barone Francesco Agnello - uno dei più grandi compositori di musica del XX e XXI secolo: Karlheinz Stockhausen. Quest'ultimo
è oggi conosciuto per il suo lavoro sulla musica elettronica, sull'alea nella composizione seriale, sulla musica intuitiva e sulla spazializzazione in musica. Quì tra le mura del Palazzo Agnello, Stockhausen realizzò gli sketch fondamentali di MOMENTE, un opera dedicata proprio alla città di Siculiana.
Francesco Agnello, l'ultimo barone, fu un uomo di cultura a tutto tondo e in questo palazzo fu ospitato, tra gli altri,  anche Giseppe Tomasi di Lampedusa dove scrisse  alcune parti del suo famoso "Gattopardo" . Tomasi Di Lampedusa wrote parts of the famous Leopard in this building
 Agnello palace: a historical baronial residence of Siculiana

 Agnello palace: a historical baronial residence of Siculiana

 Agnello palace: a historical baronial residence of Siculiana

 Agnello palace: a historical baronial residence of Siculiana

 Agnello palace: a historical baronial residence of Siculiana

 Agnello palace: a historical baronial residence of Siculiana



Share this:

Posta un commento

Comunicazione del Presidente dell'Associazione ALT Stefano Siracusa

IL #MeTe IN LOCKDOWN PROLUNGATO

Il 25 Maggio dovrebbe essere il giorno della riapertura dei musei in Sicilia. A dire il vero non tutti i Musei riapriranno, o chi lo farà potrà erogare dei servizi minimi o ridotti. Da report che ho consultato personalmente, si stima che entro la fine di giugno solo il 30% dei Musei ( sommando quelli Statali, regionali, civici e privati ) riaprirà i battenti. La chiusura dovuta all'epidemia da Coronavirus, così come per tanti altri luoghi di cultura, ha causato non pochi problemi di natura gestionale ed economica. Per il #MeTe il lockdown ha significato la rottura di quel fragile equilibro gestionale ritrovandoci, nonstante le oggettive difficoltà economiche palesate ripetutamente nel corso degli anni dall'associazione ALT, in una situazione di completa impossibilità di riapertura. Infatti una serie di fattori come la riduzione delle visite, la cancellazione di eventi, mostre, iniziative didattiche e tour destinati ai gruppi di scolaresche o ai gruppi organizzati dalle agenzie viaggi, dai tour operator e dalle associazioni, hanno inevitabilmente pregiudicato la possibilità di riaprire al pubblico, almeno in tempi brevi, il tutto a causa di costi di gestione e di riapertura che non sono più sostenibili alla luce dei minori incassi previsti. Gia alla fine del 2019, tra i soci dell'associazione avevamo anticipato di tasca nostra circa 900 € per mandare avanti la baracca.

Adesso basta! Non è più pensabile che per garantire un servizio museale, in una sede pubblica, non solo non si viene pagati per il lavoro svolto, ma si debba pure rimetterci di tasca propria.

Mi accodo all'appello già portato avanti da altri direttori museali siciliani, i quali hanno palesato la necessità di risorse pubbliche per garantire servizi museali "family friendly" nel rispetto delle misure di sicurezza previste dalle disposizioni a contrasto del Coronavirus.

Abbiamo gia inoltrato diverse richieste all'Amministrazione Comunale di Siculiana, proponedo la stipula di una Convenzione annuale al fine di sostenere economicamente le attività culturali proposte dal Museo #MeTe mirando alla creazione di azioni sinergiche volte a favorire sia la ripartenza turistica locale - attraverso collaborazioni con le aziende del comparto turistico -, sia attraverso operazioni di “Art therapy” rilanciando l’arte e la cultura come mezzo per raggiungere il benessere psicofisico, soprattutto dopo un periodo di isolamento forzato come il lockdown.

Martedì 26 maggio l'amministrazione Comunale di Siculiana ha fissato un incontro con l'Associazione per discutere sull'eventuale esito della Convenzione. Resto comunque fiducioso e confido nel buon senso dell'Amministrazione Comunale nel sostenere concretamente il #MeTe; d'altra parte dalle parole del Sindaco Lauricella Leonardo e dell'assessore Toto Guarragi ho potuto prendere atto della loro disponibilità a risolvere la problematica.

Nel frattempo, senza soldi il MeTe - Museo della Memoria e del Territorio, insieme all'archivio-biblioteca, continuerà a restare chiuso e con esso tutti gli eventi e i servizi culturali rivolti ai turisti, ai residenti, alle scuole, ai ricercatori e agli studiosi saranno preclusi.


Stefano Siracusa


.

l
Post più letti del mese
..
 
Copyright © 2018 Museo della Memoria e del Territorio. Web Master Stefano Siracusa - Designed by OddThemes