,,,

L'antica solfara

"Siculiana... nella contrada Solfarello vi è una solfara a 9 miglia dal mare che si cava per l'intero anno. Esportazione: biade, vino, mandorle, zolfo". (V.Amico, Dizionario topografico della Sicilia, Palermo, 1855, vol. I, pag. 315)


A li Suffaredda (125)
C'era na vota ù postu
ca oi è senza pritisi
ma ca fami livava
na li tempi di crisi.
Suffaru (126) si tirava
piffari li cirina (127),
tanto ca sta tirricedda (128)
di tutti fu chiamata "li Suffaredda".
Poi vinni lu jorno c'abbannunata fui
di chiddi ca nà li visciri scinnivano (129)
e sula ristaiu, cu li sò pirtusa (130)
vicinu a la cuntrada di Mariusa.
Ancora però li viddaneddi (131)
ci vannu p'azzappari
e l'aceddi (132) ogni matina pi cantari.
Jitici (133) dunqui puru vatri
pirchì si c'è 'na cosa ca queta e piaci
è propriu 'sta campagna cu la so paci.

P. Fiorentino



(125) Suffaredda: zolfanelli.
(126) Suffaru: zolfo.
(127) Cirina: piccoli fiammiferi.
(128) Tirricedda: piccola terra.
(129) Chiddi ca na li visciri scinnivanu: coloro che scendevano nelle viscere della terra (minatori).
(130) Pirtusa: buchi.
(131) Viddaneddi: contadini.
(132) Aceddi: uccelli.
(133) Jitici: andateci.

0 commenti

In Evidenza

#MeTe d'Estate: tour ed escursioni estive alla scoperta di una Siculiana che non ti aspetti

L'ALT Associazione Leisure and Tourisme, impegnata da anni nella valorizzazione e nella promozione  del territorio, propone per l'es...

Articoli più letti del mese

 
© Museo della Memoria e del Territorio
Designed by Blog Thiết Kế
Back to top