NEWS

Attività didattiche e culturali per le scuole



Il #MeTe Museo della Memoria e del Territorio organizza attività didattico-culturali rivolte alle scuole. I programmi sono personalizzabili  per studenti della scuola primaria e secondaria. E' anche possibile richiedere consigli e supporto logistico per l'organizzazione di gite scolastiche e viaggi di istruzione a Siculiana e in provincia di Agrigento.

Informazioni preliminari
Il Museo #MeTe è un piccolo ed accogliente Museo, si trova a Siculiana – Quartiere Casale - nel pieno centro storico, a due passi dal Castello Chiaramonte del XIV sec e a 100 m dal Santuario del SS Crocifisso. Il #MeTe è anche un centro culturale ed artistico e negli ultimi anni svolge attività di Rigenerazione Urbana del Quartiere Casale, valorizzando il centro storico con installazioni artistiche, laboratori ed eventi culturali. Tra le vie del Quartiere Casale, negli spazi adiacenti al Museo, è inoltre possibile visitare le installazioni a cielo aperto dal titolo “Le Sopravvivenze arabe nel dialetto siciliano “: un modo per far conoscere alle nuove generazioni termini di origine araba ancora presenti nel dialetto locale ma sempre meno utilizzati dai giovani.
Le sale espositive del museo ospitano le seguenti sezioni:
  • La Ferita di Garibaldi: Giuseppe Basile il medico siciliano che si occupò della ferita del Generale Giuseppe Garibaldi. 
  • I Caduti del 15-18
  • Leonardo Butticè, martire delle “Fosse Ardeatine”
  • Le Credenze Religiose e il culto del SS Crocifisso
  • Siculiana Ieri: collezione fotografica d’epoca e storia del territorio
  • Le Ferrovie della Porto Empedocle-Castelvetrano
  • Torre Salsa
  • La Tradizione Vitivinicola
  • Il Ciclo del Grano
  •  I Mestieri tradizionali
E' inoltre possibile consultare l'archivio multimediale con foto e video di approfondimento tematico. Il Museo presenta, tra le altre cose, numerosi Qr-Code, ovvero degli appositi codici a barre bidimensionali contenenti informazioni multimediali da consultare mediante cellulare o tablet. Un'apposita sala è adibita a vetrina artigiana: un modo per valorizzare l'artigianato e l'handmade locale. Il Museo viene gestito dall’ALT Associazione Leisure and Tourisme grazie al sostegno di contributi e donazioni private.
Costo del biglietto + visita guidata:
- 1,50 € per i bambini dai 7-13 anni
- 2,50 € adulti e non residenti a Siculiana
- Gratis per i soci e per i professori che accompagnano gli alunni.

Approfondimenti Tematici
Concordando la visita guidata al Museo è possibile scegliere una o più tematiche da approfondire con gli studenti:
  • La Ferita di Garibaldi e le storie inedite sul Risorgimento 
  • Il Ciclo del Grano: la Semina, la Mietitura e la Pisatina 
  • La sfera domestica e i mestieri tradizionali 
  • Il Culto del SS Crocifisso 
  • La Riserva Naturale di Torre Salsa
Garibaldi fu ferito… chi conosce la vera storia della Ferita di Garibaldi?
Visitando il Museo #MeTe è possibile scoprire storie e vicende sui medici che si occuparono della Ferita del Generale. In particolar modo si avrà la possibilità di scoprire, tra pannelli didattici e cimeli, la figura di Giuseppe Basile medico siculianese che con modestia e preparazione risolse il più importante caso clinico del Risorgimento: la palla nella gamba di Garibaldi.

La figura di Giuseppe Basile, medico di Garibaldi
Un importante caso clinico di metà Ottocento di un medico siciliano che con intelligenza e passione salvò il suo paziente: Garibaldi. Il Basile nato a Siculiana nel 1830, si laureò in Farmacia e in Chirurgia, conseguendo successivamente la laurea in Medicina. Nel 1860 entrò a far parte del Comitato Segreto Rivoluzionario di Palermo presieduto da Gaetano La Loggia; membro della massoneria col grado dei 33 , divenne anche membro dell’Ambulanza Generale del Corpo Garibaldino, il cui Capo era il Dott. Pietro Ripari. Giuseppe Basile lavorò di “ bisturi e di fucile”, seguì Garibaldi nel le sue campagne, diede il fondamentale contributo alla risoluzione di un importantissimo caso clinico: la Ferita di Garibaldi.
Del prode "Chirurgo dei Mille", l'associazione ha raccolto diversi oggetti, documenti e fotografie donati dagli Eredi di Casa Basile.
Oltre agli oggetti donati dagli eredi del garibaldino, tra cui ricordiamo, bisturi, lettere, fotografie, effetti personali ecc ecc, nel Museo vi sono alcuni reperti fotografici, cartonile e stampe d'epoca risorgimentale. Un'importantissima ricerca è stata recentemente acquisita: si tratta dei contenuti testuali estrapolati dalla mostra dal titolo "La Ferita: Giuseppe Basile medico di Garibaldi" realizzata dall'Ordine dei Medici - Palermo in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia.


Il Ciclo del Grano: la Semina, la Mietitura e la Pisatina

Attraverso immagini, pannelli didattici e oggetti è possibile scoprire l’universo tradizionale del Ciclo del Grano. In particolar modo gli studenti avranno la possibilità di vedere e riconoscere tutti gli oggetti impiegati nella fase della semina, della mietitura e della pisatina. Verranno infatti analizzate le fasi salienti della tradizionale produzione del grano nonché le dinamiche sociali e culturali del latifondo in Sicilia. A richiesta è anche possibile organizzare un focus tematico sugli antichi mezzi di locomozione agraria e sulla storia dei feudi in Sicilia.
Museo #MeTe:sezione espositiva: il Ciclo del Grano

La sfera domestica e i mestieri tradizionali
Attraverso oggetti, pannelli didattici e immagini gli studenti avranno la possibilità di riconoscere gli oggetti della sfera domestica e dei mestieri tradizionali. Verranno approfondite tematiche come il lavoro domestico, la produzione vitivinicola e la pesca del tonno in Sicilia. Sarà inoltre possibile scoprire gli oggetti utilizzati dagli antichi pastori e dagli artigiani del legno. 
E’ anche possibile, a richiesta organizzare un focus sulla pesca del tonno in Sicilia con la videoproiezione di appositi documentari d’epoca.


Il Culto del SS Crocifisso e le credenze religiose

Con l’approfondimento tematico della sezione religiosa, gli studenti potranno scoprire l’universo simbolico rintracciabile all’interno del Culto del SS Crocifisso di Siculiana. Attraverso la narrazione di leggende e storie è possibile risalire ad alcuni elementi rituali che descrivono appieno la religiosità popolare. Inoltre sarranno approfondite tematiche relative al Santuario del SS Crocifisso e al Castello Chiaramonte, quest’ultimo la prima sede del culto. Gli studenti avranno la possibilità di visionare appositi video documentari ed interagire con i codici a barre bidimensionali QR potendo così accedere ad ulteriori contenuti.


La Riserva Naturale di Torre Salsa 
Al Museo è anche possibile svolgere un focus tematico sulla Riserva Naturale di Torre Salsa. A tal proposito saranno proposte sia delle slide esplicative della flora e della fauna presente nella riserva, sia dei piccoli documentari video. Verranno inoltre approfondite le tematiche storiche relative alle cinquecentesche torri di avvistamento, Torre Salsa e Torre di Monterosso. A partire dal XVI sec d.C infatti, in Sicilia vennero realizzate delle torri per l’avvistamento delle navi piratesche e saracene. La Riserva di Torre Salsa prende il nome dall’omonima Torre presente all’interno dell’area protetta. Gli alunni avranno inoltre la possibilità di scoprire, con la visione di apposite fotografie, le modalità di deposizione delle uova della tartaruga Caretta Caretta nelle locali spiagge

Proposte tour culturali e percorsi naturalistici:
N.B. Per i tour e le escursioni è necessario richiedere al Museo l'apposito programma dettagliato adeguato alle scuole.

Teatro dei Burattini
Il Museo #MeTe nell’ambito delle attività didattiche rivolte alle scuole, propone alcuni spettacoli del “Teatro dei burattini”.
I burattini, a differenza delle marionette le quali vengono mosse dai fili, vengono animati direttamente dalle mani e tra musiche, racconti e scenette gli studenti si immergeranno appieno in un’atmosfera quasi magica. Gli spettacoli si svolgono all’interno del Museo in un piccolo ambiente per rendere il tutto più suggestivo e coinvolgente.
Il #MeTe propone due tipi di Spettacoli:

1 spettacolo: “Garibaldi fu ferito”
Questo spettacolo ripercorrerà, in un clima goliardico ed allegorico, le gesta del medico che curò la ferita di Garibaldi ( G. Basile ), nonché alcune vicende legate al passaggio dei “Mille” in Sicilia. In un clima allegorico gli studenti potranno trascorrere dei momenti di autentico divertimento, imparando anche attraverso il teatro dei burattini gli avvenimenti più importanti del Risorgimento siciliano.
- Durata spettacolo: 1 ora circa
- Contributo richiesto dall’associazione: € 3,50 a persona ( gratis per professori ed accompagnatori ). Il costo comprende il biglietto di ingresso al Museo + visita guidata al Museo della durata di 45 minuti circa + spettacolo teatro dei burattini.

2 spettacolo: Li Cunti di Giufà

Il leggendario Giufà rivisitato dal Museo #MeTe attraverso il teatro dei Burattini. A partire dal IX sec d.C. li cunti di Giufà sono stati tramandati oralmente da generazione in generazione fino ad arrivare ai giorni nostri. Tuttavia con la diffusione dei mezzi di comunicazione di massa è sempre più raro rintracciare tale trasmissione orale. Il Giufà siciliano è un personaggio privo di qualsiasi malizia e furberia, credulone, facile preda di malandrini e truffatori di ogni genere.
Lo spettacolo, suddiviso in più scene, ruota attorno ai suoi racconti.
Secondo le modalità comunicative proprie dei burattini - tra comicità, irriverenza e goliardia - gli studenti potranno conoscere aneddoti e vicende di questo personaggio della letteratura orale.
- Durata dello spettacolo: 1 ora circa
- Contributo richiesto dall'associazione: € 3,50 a persona ( gratis per professori ed accompagnatori ). Il costo comprende il biglietto di ingresso al Museo + visita guidata della durata di 45 minuti circa + spettacolo teatro dei burattini.

N.B. è anche possibile concordare, con i docenti, un tema diverso per lo spettacolo in base alle esigenze didattiche richieste.

Ricevi per email il catalogo completo delle proposte didattiche per le scuole
Contatta il Museo: museodellamemoria@gmail.com    Tel +39 3299681701

Share this:

Comunicazione del Presidente dell'Associazione ALT Stefano Siracusa

IL #MeTe IN LOCKDOWN PROLUNGATO

Il 25 Maggio dovrebbe essere il giorno della riapertura dei musei in Sicilia. A dire il vero non tutti i Musei riapriranno, o chi lo farà potrà erogare dei servizi minimi o ridotti. Da report che ho consultato personalmente, si stima che entro la fine di giugno solo il 30% dei Musei ( sommando quelli Statali, regionali, civici e privati ) riaprirà i battenti. La chiusura dovuta all'epidemia da Coronavirus, così come per tanti altri luoghi di cultura, ha causato non pochi problemi di natura gestionale ed economica. Per il #MeTe il lockdown ha significato la rottura di quel fragile equilibro gestionale ritrovandoci, nonstante le oggettive difficoltà economiche palesate ripetutamente nel corso degli anni dall'associazione ALT, in una situazione di completa impossibilità di riapertura. Infatti una serie di fattori come la riduzione delle visite, la cancellazione di eventi, mostre, iniziative didattiche e tour destinati ai gruppi di scolaresche o ai gruppi organizzati dalle agenzie viaggi, dai tour operator e dalle associazioni, hanno inevitabilmente pregiudicato la possibilità di riaprire al pubblico, almeno in tempi brevi, il tutto a causa di costi di gestione e di riapertura che non sono più sostenibili alla luce dei minori incassi previsti. Gia alla fine del 2019, tra i soci dell'associazione avevamo anticipato di tasca nostra circa 900 € per mandare avanti la baracca.

Adesso basta! Non è più pensabile che per garantire un servizio museale, in una sede pubblica, non solo non si viene pagati per il lavoro svolto, ma si debba pure rimetterci di tasca propria.

Mi accodo all'appello già portato avanti da altri direttori museali siciliani, i quali hanno palesato la necessità di risorse pubbliche per garantire servizi museali "family friendly" nel rispetto delle misure di sicurezza previste dalle disposizioni a contrasto del Coronavirus.

Abbiamo gia inoltrato diverse richieste all'Amministrazione Comunale di Siculiana, proponedo la stipula di una Convenzione annuale al fine di sostenere economicamente le attività culturali proposte dal Museo #MeTe mirando alla creazione di azioni sinergiche volte a favorire sia la ripartenza turistica locale - attraverso collaborazioni con le aziende del comparto turistico -, sia attraverso operazioni di “Art therapy” rilanciando l’arte e la cultura come mezzo per raggiungere il benessere psicofisico, soprattutto dopo un periodo di isolamento forzato come il lockdown.

Martedì 26 maggio l'amministrazione Comunale di Siculiana ha fissato un incontro con l'Associazione per discutere sull'eventuale esito della Convenzione. Resto comunque fiducioso e confido nel buon senso dell'Amministrazione Comunale nel sostenere concretamente il #MeTe; d'altra parte dalle parole del Sindaco Lauricella Leonardo e dell'assessore Toto Guarragi ho potuto prendere atto della loro disponibilità a risolvere la problematica.

Nel frattempo, senza soldi il MeTe - Museo della Memoria e del Territorio, insieme all'archivio-biblioteca, continuerà a restare chiuso e con esso tutti gli eventi e i servizi culturali rivolti ai turisti, ai residenti, alle scuole, ai ricercatori e agli studiosi saranno preclusi.


Stefano Siracusa


.

l
Post più letti del mese
..
 
Copyright © 2018 Museo della Memoria e del Territorio. Web Master Stefano Siracusa - Designed by OddThemes